sabato 13 settembre 2014

“Cialled”

Amo viaggiare per scoprire e conoscere paesi nuovi, con le loro tradizioni, usi e costumi, anche – forse, soprattutto J - culinari e quindi, al rientro a casa, mi piace riproporre sulla mia tavola alcuni piatti degustati in vacanza, magari aggiungendo alla ricetta originale un mio tocco personale.

All’inizio di settembre siamo stati in Puglia: per tre notti abbiamo dormito in un vero trullo-gioiellino nel centro di Alberobello, per visitare la splendida valle d’Itria, e per sette notti siamo stati al mare a Porto Cesareo, scegliendo ogni giorno una spiaggia più paradisiaca dell’altra.

A Cisternino ci siamo fermati un giorno per pranzo da Diaulicchie, colpiti da una portata presente nel menù del locale: la “Cialled”, un’antica insalata dei contadini, a base di frise e verdure miste, che abbiamo prontamente ordinato:

  
Buonissima, grazie alla freschezza, al sapore delle verdure a km zero ed all’olio molto molto aromatico, ci è piaciuta veramente tanto. Grazie Umberto, per avercela fatta scoprire !

Stasera l’ho preparata con delle mie varianti, molto sfiziose:



Ingredienti (per due persone):
3 frise d’orzo
10 pomodorini ciliegia
Metà cetriolo sbucciato
1 cipolla rossa fresca
1 peperoncino verde dolce
Qualche oliva taggiasca
Qualche cappero dissalato
Olio extravergine di oliva
Origano q.b.
Acqua q.b.


Procedimento:
Disponete le frise in un’insalatiera e bagnatele abbondantemente con l’acqua.
Tagliate i pomodorini in 4 spicchi, affettate sottilmente la cipolla, il cetriolo ed il peperoncino.
Distribuite le verdure sulle frise, agiungete le olive ed i capperi.
Condite il tutto con un generoso filo d’olio ed una spolverata di origano.

Potete servire subito in tavola l’insalata, mescolandola davanti ai commensali, oppure potete farla riposare per qualche ora in frigo, così da far insaporire bene le frise col condimento. 

sabato 23 agosto 2014

Crumble di mele e mirtilli

Rieccomi qui, ancora con un’altra ricettina che mi ha ispirato Marco Bianchi, che ringrazio moltissimo:


Mi sono decisa finalmente, ed ho comprato anche io il suo ultimo libro che vedete in foto con il mio Crumble di mele e mirtilli, che ho creato modificando leggermente il suo Crumble di mele (che trovate a pag. 46 del suddetto libro).

Ecco dunque qui gli ingredienti della mia versione di questo dolcetto delizioso e poco peccaminoso :

80 g di farina integrale
40 g di farina bianca
20 g di farina di mais fioretto
70 g di farina di mandorle
50 g di zucchero di canna
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di lievito per dolci
35 g di olio di semi di girasole
1 cucchiaio circa di latte di riso
3 mele golden
1 manciata di mirtilli
(ma potete utilizzare tutta la frutta che preferite, io la prossima volta lo farò con pesche ed uvetta reidratata...) 

Procedimento:

Lavare mele e mirtilli.
Sbucciare le mele e tagliarle a piccoli tocchetti nella teglia da forno. Distribuirvi sopra i mirtilli.
In una ciotola mescolate le 4 farine, lo zucchero e la cannella, quindi unire il lievito setacciato e mescolare ancora.
Versare l’olio ed il latte e, con una forchetta, continuando a mescolare, farlo assorbire bene dalle farine, finché si otterrà un composto tutto a briciole da versare sulle mele.
Infornare a 180 gradi per 40 minuti nel forno già ben caldo.
Spegnere il forno, socchiuderne la porta e lasciare lì la teglia ad intiepidirsi, quindi servirlo in tavola (ottimo così, da solo, ma anche con sopra della crema pasticcera od una pallina di gelato alla vaniglia, vegani ovviamente !).



domenica 18 maggio 2014

Bicchierini Belli&Buoni di Marco

Stamattina ho preparato questi bicchierini deliziosi, per preparare i quali ho veganizzato la ricetta originale del mitico Marco Bianchi, che ringrazio tantissimo per l’idea:


Ingredienti:
Ricotta di soya
Vaniglia Bourbon in polvere
Fragole 
Succo d’agave

Procedimento:
Ho setacciato la ricotta in una ciotola e ci ho amalgamato la vaniglia per bene.
Ho tagliato a pezzettini le fragole (potete aggiungere anche delle banane, oppure utilizzare frutti di bosco, pesche, ciliegie snocciolate, insomma la frutta che vi piace di più…) e le ho condite col succo d’agave.
In ogni bicchierino ho stratificato la frutta e la ricotta, poi con la sac-à-poche ho terminato con dei ciuffetti di ricotta.

Ho lasciato i bicciherini per circa un’oretta in frigo a raffreddarsi, poi ho degustato lentamente questa bontà !